Come essere un buon leader: 20 consigli per guidare le persone

Come essere un buon leader: 20 consigli per guidare le persone

Imparare a essere un buon leader dipende dalla tua disciplina, dal tuo lavoro e dal tuo impegno. Per diventare un buon capo, devi lavorare costantemente sulle tue capacità di leadership.

La prima cosa che devi capire quando impari ad essere un buon leader è che, contrariamente a quanto dicono molte persone, i grandi leader non nascono, ma si formano nel tempo e nell’esperienza.

Cioè, puoi imparare come essere un buon leader.

Come essere un buon leader dal tuo lavoro:

Indipendentemente dal tuo ruolo, che tu lavori in una grande azienda, una piccola azienda o stai avviando un’impresa, le caratteristiche di un leader sono qualcosa che devi sviluppare nella tua vita.

Imparare a guidare le persone ti aiuterà a crescere professionalmente, ad aprire nuove porte e opportunità e a distinguerti dagli altri.

Ecco alcuni suggerimenti che puoi applicare per passare dall’essere un seguace al diventare un leader riconosciuto da altri.

1. Comunicare nel modo più chiaro ed efficiente possibile

Essere un buon capo significa ascoltare sempre ciò che la tua squadra ha da dire, anche quando non vuoi sentirlo.

Per imparare a essere un buon leader, devi ascoltare le critiche e i commenti negativi, questi devono diventare una fonte di sviluppo personale per la tua vita.

Inoltre, chiarisci quali sono le tue aspettative e i tuoi sentimenti in buoni rapporti e su base continuativa.

Se vuoi passare da seguace a leader, dovrai essere esplicito su ciò che vuoi dire. In questo modo non ci sarà spazio per interpretazioni e incomprensioni.

Impara anche a tacere, a volte è meglio non dire nulla che dire qualsiasi cosa solo per obbedire. A volte devi stare zitto in modo che le altre persone abbiano spazio per parlare.

2. Sii un esempio

Diventa la persona che vuoi che siano i membri del tuo team, e per questo non c’è esempio migliore delle tue stesse azioni.

Sulla base di questo, dovresti stare molto attento alla prima impressione che lasci, poiché hai solo una possibilità di stabilire un’immagine di leadership.

Per passare da seguace a leader ci deve essere coerenza tra ciò che dici, fai e pensi. Altrimenti, le persone non saranno in grado di fidarsi di te e tu non sarai in grado di essere un buon capo.

3. Conosci i tuoi punti di forza e di debolezza

Per imparare come essere un buon leader Devi contribuire alla tua squadra contribuendo con i tuoi punti di forza.

Ad esempio, se sei bravo a risolvere i problemi, contribuisci alla squadra risolvendoli. L’importante è identificare ciò in cui sei bravo e concentrarti su di esso.

Per questo, può aiutarti a identificare i tipi di intelligenza che esistono, conoscere le tue e sfruttarle a favore del tuo team di lavoro.

Allo stesso modo, se sai di non essere bravo in qualcosa, ammettilo e lavoraci sopra. Per imparare a essere un buon leader devi concentrarti sui tuoi punti di forza e imparare a delegare quelle attività che richiedono le tue debolezze.

Leggi  I 5 Youtuber di maggior successo in Colombia e le loro cifre incredibili

Le tue debolezze non sono un problema. Lo svantaggio è non fare qualcosa al riguardo e non riuscire a raggiungere i tuoi obiettivi.

4. Rimani in contatto con le tue emozioni

Avere intelligenza emotiva non significa che non provi nulla, ma che capisci e sai gestire le tue emozioni. Quindi conosci te stesso, riconosci le tue reazioni e impara a gestirle.

Quando non conosci le tue emozioni e prendi decisioni basate su reazioni e non conclusioni razionali, tenderai a commettere errori. L’invito è che ti prendi il tempo per identificare come ti senti, quindi chiarire le tue idee e infine prendere una decisione.

5. Scegli saggiamente il tuo team di lavoro

Il tuo team di lavoro è la cosa più importante e se vuoi vederli avere successo, devi fornire gli strumenti, i mezzi e gli spazi in modo che possano svolgere i loro compiti.

Allo stesso modo, è essenziale scegliere e costruire un team di lavoro che si completi a vicenda. È inutile che persone che fanno come te scelgano un team che sia interdisciplinare e che possa lavorare insieme.

Se vuoi avere successo come leader, essere un buon capo e raggiungere obiettivi importanti, scegli saggiamente il tipo di personaggi con cui condividere il tuo tempo. Circondati di persone che aggiungono valore ed evita le persone tossiche che non apportano valore.

6. Diventa appassionato:

Se non sei appassionato del business in cui ti trovi, probabilmente sei nel posto sbagliato. Non puoi essere un buon leader in un lavoro che non ti ispira a migliorare ogni giorno, in qualcosa che non ti piace.

Quindi, prima di chiederti come essere un leader, chiediti qual è lo scopo della tua vita.

7. Accetta l’incertezza

È giunto il momento per te di ammettere che non puoi controllare tutti i fattori che circondano il business e i team di lavoro. Il modo migliore per affrontare l’incertezza risiede nel potere della tua mente.

In quel modo? Partendo dalla realtà che non puoi controllare tutto, la forza mentale che hai sarà fondamentale per mantenere la calma e prendere le decisioni giuste in questo tipo di scenario.

L’incertezza fa parte della natura dei buoni leader. Condividi su Twitter

Per questo è importante che ti fidi del tuo team di lavoro, permetta a queste persone di sviluppare processi, prendere decisioni e agire secondo i loro criteri. Sii un buon capo, dai loro la libertà di procedere e, se commettono errori, lascia che prendano le correzioni necessarie da soli.

Il tuo ruolo è quello di migliorare le loro capacità e conoscenze, nonché di interferire quando lo ritieni appropriato.

8. Prendi errori con l’altezza

Come affermano le grandi frasi di leadership, non c’è niente di sbagliato nel commettere errori, la cosa brutta è non imparare dagli errori e non acquisire l’esperienza necessaria.

Pertanto, dopo aver superato un errore, impara a perdonare te stesso e lavora per correggerlo. Il senso di colpa non ti farà aggiustare le cose. Prenderne le conseguenze e assicurarti di non commettere mai più lo stesso errore ti aiuterà.

Inoltre, proprio come te, le altre persone della tua squadra commetteranno degli errori, quindi dovresti prendere queste situazioni con calma, accettare le conseguenze e lavorare in modo che non si ripetano.

I buoni leader non hanno scuse, quindi smetti di cercare la colpa e concentrati invece sulla ricerca delle ragioni e degli scenari per cui si verifica l’errore e cerca di risolverlo il prima possibile.

9. Identificare mentori e modelli di ruolo

Per imparare come essere un buon leader Devi trovare persone di successo che siano leader e possano ispirarti attraverso le loro decisioni e il modo di guidare.

Puoi imparare dai loro fallimenti, esperienze e metodi. In questo modo definirai il modo in cui vuoi guidare.

10. Per essere un buon capo, prima di tutto sii una brava persona

Se ci pensi, imparare a essere un buon leader non è altro che un’estensione della brava persona che sei. Impegnarsi ad essere una brava persona, con integrità, con valori e principi.

Leggi  10 idee imprenditoriali per iniziare nel 2021

Abbi l’umiltà di avere una mentalità di crescita, usa le tue capacità per aiutare gli altri, per migliorare la loro crescita e non per impressionare e dare un’immagine di qualcosa che non sei.

Molte persone usano le loro posizioni di leader per mostrare il loro potere, influenza e persino ricchezza. Ricorda che la leadership non è una questione di apparenze, ma di risultati.

11. L’importanza delle tue decisioni come leader

Prima di prendere qualsiasi decisione, fai i compiti per prima indagare su tutte le possibilità e i risultati. Il tuo ruolo di leader è prendere decisioni con informazioni limitate e sopportare le conseguenze delle azioni della tua squadra.

Non lasciare che questo importante lavoro sia sempre soggetto al tuo istinto e alle tue emozioni. Anche se dovresti fidarti di loro, supportali con informazioni, dati e analisi.

I migliori leader sanno come combinare le loro decisioni basate sull’esperienza con numeri concreti che supportano le loro azioni.

In effetti, la differenza tra i buoni leader e quelli straordinari è che qualsiasi decisione che prendono, questi ultimi sono supportati da dati, cifre e proiezioni. Le vostre opinioni e considerazioni devono essere rafforzate con punti di vista oggettivi.

12. Avere una mentalità di crescita

Non limitarti a candidarti per il tuo ruolo di leadership, concentrati sul miglioramento ogni giorno. Lavora con l’idea di migliorare costantemente le tue capacità, conoscenze e processi.

Ad esempio, prendi l’abitudine di leggere e frequenta il maggior numero possibile di corsi di leadership. Investi nelle tue conoscenze e formazione personale per diventare un buon capo.

Inoltre, scopri i 21 libri di leadership e motivazione che ti cambieranno la vita

13. Prenditi cura dell’ambiente di lavoro del tuo team di lavoro

I buoni leader non hanno “preferiti” nel loro team di lavoro, questo crea solo risentimento e ti fa sembrare un leader immaturo. Se vuoi diventare un grande leader, devi trattare tutti allo stesso modo.

Ciò implica che tu sappia come lavora ciascuno dei membri del tuo team, sai come richiederli, chiedere risultati e lasciar andare quando necessario.

Condividi con le persone con cui lavori:

Se vuoi imparare a essere un buon leader, devi imparare a divertirti. Non tutto è lavoro nella vita, hai tempo per uscire e divertirti con il tuo team di lavoro.

Usa strumenti ed esercizi per unire la tua squadra. Trova qualsiasi scusa per stare insieme, divertirsi e condividere. Ciò aumenterà le relazioni interpersonali, contribuirà alla motivazione al lavoro e migliorerà le prestazioni.

Questi tipi di scenari ti permetteranno di combattere lo stress che si verifica sul lavoro, che può interferire con la produttività del tuo team.

Se vuoi diventare un buon capo, devi agire per ridurre lo stress e liberarti da questi sintomi (e da cosa lo causa).

14. Sii un leader vicino

Consenti alle persone di avvicinarsi a te, vedere che sei degno di fiducia e che possono accedervi quando ne hanno bisogno. Più che un leader, hanno bisogno di qualcuno di cui fidarsi.

Ora, va bene essere amichevoli e in buoni rapporti con la tua squadra, ma non cercare di essere il migliore amico di tutti perché potrebbero confondere la tua amicizia.

Questo non significa che sei una persona cattiva, solo che dovresti differenziare un rapporto professionale da uno personale. Quando questa linea viene superata, spesso ci sono problemi di fiducia e la leadership può essere influenzata.

15. Conosci i tuoi limiti come capo

Accade spesso che i leader confondano la vicinanza con l’eccessiva sicurezza. Non superare i tuoi limiti e i tuoi mezzi. Il fatto di avere il privilegio di guidare implica la responsabilità di conoscere i propri limiti e di capire che ognuno ha il suo spazio e merita rispetto.

Ci sono molti casi in cui i cattivi leader credono di avere il diritto di sminuire i loro team di lavoro, per il semplice fatto che “devono” rispondervi.

Leggi  I 11 migliori audiolibri consigliati per gli imprenditori

16. Goditi la tua giornata da leader

Non sentirti troppo stressato per diventare un buon capo. Piuttosto goditi questo processo e tutti i suoi benefici. Imparare a essere un buon leader è un processo che non finisce mai; il loro apprendimento e le più grandi ricompense si trovano nel quotidiano.

Ciò richiede che tu non sacrifichi la tua vita personale per raggiungere un obiettivo nel tuo lavoro. La tua vita personale è necessaria per essere in grado di mantenere l’equilibrio e l’equilibrio mentale. Non sacrificare mai questo per diventare un grande leader o per le tue responsabilità professionali.

Queste sono le lezioni di vita difficili da capire, ma necessarie per avere successo.

17. Quando vuoi smettere, cerca un’alternativa

Non saprai mai quanto sei vicino al successo, quindi non smettere di provare. Ci saranno momenti in cui vorrai arrenderti e cercare nuove direzioni, tuttavia, è in questi momenti che devi cercare di persistere.

Ora, devi avere la lucidità mentale per capire che se qualcosa non funziona, è tempo di provare cose nuove.

Ricorda che il cambiamento è l’unica cosa che ti garantirà la sopravvivenza a lungo termine. Impara a essere un buon leader adattandoti al cambiamento, alle nuove persone e ai momenti difficili.

Se stai affrontando una battaglia persa, fermati e trova un nuovo punto di partenza. Non rimanere a prolungare le tue perdite.

18. L’importanza di coltivare relazioni

Come accennato nel punto precedente, l’unica cosa sicura nella vita è il cambiamento. Sicuramente ci saranno persone che lasceranno il tuo team di lavoro, la tua attività o l’azienda in cui lavori.

Una delle chiavi per imparare ad avere successo sta nell’evitare di perdere radicalmente il contatto con le persone. È possibile che in futuro tu possa avere affari, aiuto o avere qualche relazione importante con lei. Lascia sempre le porte aperte.

Nel caso in cui un membro del tuo team cambi lavoro o venga trasferito, assicurati di tenerti in contatto con loro. Ad un certo punto potrebbe aver bisogno di te, o di te lui.

Le relazioni professionali rappresentano le porte per nuove opportunità di business e di crescita.

19. Trova il tempo per ciò che è importante

Non esiste un “non ho tempo” per le cose veramente importanti della vita. Tutto il resto può aspettare, quindi trova il tempo e lo spazio.

Come leader, devi dare la priorità a ciò che è importante e non lasciarti occupare dall’agenda con cose urgenti. Ricorda che i progressi si verificano quando ti concentri su ciò che è importante, non su ciò che è immediato.

20. Impara dalla storia recente

C’è una grande fonte di informazioni, esperienza e dati nelle storie di aziende di successo. Con questo intendiamo dire che, nel corso degli anni, ci sono stati molti modelli di business e strategie che hanno affinato le capacità di buoni leader.

Vai a questi insegnamenti per applicarli nella tua vita lavorativa, così puoi provare diversi metodi e tattiche che ti consentono di ottenere il massimo dal tuo team di lavoro.

Conclusioni

Essere un buon capo e la leadership è qualcosa che si impara giorno dopo giorno, un processo che non finisce mai e che porta insegnamenti e lezioni man mano che avanzi nei tuoi progetti.

È grazie alle esperienze, alle difficoltà, agli sforzi e ai guadagni che ti permetteranno di imparare a essere un buon leader.

Ci saranno errori, difficoltà e momenti in cui non saprai cosa fare…questi tipi di situazioni sono ciò che ti farà crescere come persona e come professionista.

12 Tipi di leadership per avere un impatto sugli altri in base alla tua personalità

Torna su