fasi della ricerca di mercato

Come fare uno studio di mercato in 10 passi

Se hai deciso di lanciare un nuovo prodotto o servizio sul mercato, è imperativo conoscere e imparare a fare uno studio di mercato, poiché questo ti permetterà di scoprire se la tua idea di business raggiungerà il successo che ti aspetti.

Questo tipo di ricerca è molto utile quando si inizia un nuovo progetto, soprattutto perché permette di valutare fattori importanti, come la fattibilità dell’impresa, o la fattibilità della sua realizzazione.

Inoltre, ti aiuta a conoscere nel dettaglio sia la tua nicchia di mercato che i tuoi principali concorrenti, fondamentale per definire strategie che genereranno buoni risultati.

Come fare uno studio di mercato?

In questo articolo spiegheremo i 10 passaggi che devi sviluppare per imparare a fare uno studio di mercato, che sarà di grande aiuto se stai pensando di promuovere prodotti o servizi che diventeranno aziende di successo domani.

L’idea è di scoprire la sua utilità e quanto sia pratico, e come può aiutarti ad avere successo, indipendentemente dal fatto che tu abbia intenzione di avviare un’impresa di famiglia o qualsiasi altro progetto importante.

I passaggi per realizzare uno studio di mercato:

Quando si esegue un studio di mercato Sarai in grado di anticipare la risposta che avranno sia i tuoi potenziali clienti che i tuoi principali concorrenti quando lanceranno un determinato prodotto o servizio sul mercato.

Se vuoi imparare come condurre uno studio di mercato per la tua idea di business, o vuoi valutare se quel prodotto o servizio che hai può diventare un business redditizio, ecco i passaggi per determinare la fattibilità della tua idea.

1. Definire l’obiettivo dello studio di mercato:

Sapere come fare uno studio di mercato con successo devi definire un obiettivo chiaro e preciso. Chiediti quanto segue:

  • Cosa vuoi ottenere dopo aver condotto questa indagine approfondita?
  • Perché vuoi fare uno studio di mercato?
  • A cosa servirà questa ricerca?

Una volta che sai cosa vuoi fare, sarà il momento di definire il tipo di ricerca che condurrai: sarà qualitativa? quantitativa? o mista?

Ad esempio, il tipo qualitativo ti fornirà dati importanti sull’intenzione di acquisto del tuo potenziale consumatore, nonché determinati valori di qualità del tuo prodotto o servizio.

In generale, dovrai combinare diversi tipi di ricerca per ottenere i risultati più ottimali, ma tutto dipenderà dall’obiettivo dello studio.

2. Conosci il tuo pubblico di destinazione:

Lo scopo di questo passaggio è definire il tuo cliente ideale e quindi modellare la tua nicchia di mercato.

Quest’ultimo copre un segmento, o un gruppo di clienti, che hanno caratteristiche comuni. Cioè, condividono gusti, interessi culturali, origine, potere d’acquisto e altro ancora.

Identificandolo, sarai in grado di configurare strategie e business plan che ti consentono di catturare la loro attenzione in modo che consumino i tuoi prodotti o servizi senza esitazione.

Leggi  Il Google delle App per essere più produttivi lavorando online

Per questo è necessario segmentare il vostro mercato in modo da non perdere nessun dettaglio importante –in questo modo coprite tutti i bordi e il vostro prodotto o servizio sarà posizionato meglio-

3. Raccogliere dati:

Il patrimonio più prezioso di qualsiasi studio di mercato sono i dati. In parole più semplici: l’informazione è potere, quindi è necessario raccoglierla con grande cura per ottenere i risultati attesi e, di conseguenza, costruire imprese di successo.

Il punto di partenza è acquisire informazioni rilevanti sulla tua nicchia di mercato o sul prodotto o servizio che desideri promuovere. Ecco un paio di suggerimenti per completare questa attività in modo efficace.

Controlla le informazioni disponibili su Internet:

Sebbene non tutte le fonti di informazione disponibili su Internet siano affidabili, se impari a cercare, ti assicuriamo che otterrai dati che arricchiranno notevolmente il tuo studio di mercato.

Inoltre, sul web otterrai molte informazioni preziose e, soprattutto, gratuite, che saranno piuttosto utili. L’ideale è ricevere report o articoli sulla situazione attuale del settore di mercato in cui entrerai.

Potrebbe interessarti: 20 imprese innovative per iniziare questo 2020

Allo stesso modo, devi accedere alle statistiche ufficiali che illustrano con grande precisione come sta andando il mercato.

Pertanto, dovresti visitare le pagine della Camera di Commercio della tua regione, così come gli organi ufficiali che regolano la tua nicchia di mercato, in modo da sapere con certezza cosa sta succedendo.

Consulta altre aziende del tuo settore:

Visitare i siti web dei tuoi principali concorrenti è fondamentale per valutare cosa stanno facendo e perché hanno così tanto successo.

Facendo un’indagine approfondita su questi portali conoscerai a fondo la loro strategia commerciale.

In altre parole, determinerai quali prodotti sono più richiesti, qual è la loro politica dei prezzi, su cosa si basa la loro strategia di comunicazione, quali sono le loro offerte più interessanti e molto altro.

Controlla le informazioni a pagamento:

Oggi esistono molteplici strumenti di ricerca di mercato, ma la verità è che i migliori vengono pagati.

Senza dubbio dovresti investirci dei soldi se vuoi analizzare aspetti di grande rilevanza, come le parole chiave che ti aiuteranno a posizionarti meglio sul web, o addirittura aumentare considerevolmente le tue vendite in futuro.

Pertanto, ti suggeriamo di iscriverti e iniziare a utilizzarli il prima possibile in modo da non perdere nessun dettaglio rilevante che ti aiuterà a consolidare la tua strategia di mercato in modo più efficace.

Abbonati a riviste specializzate:

È normale che consulenti, associazioni o organizzazioni pubblichino le proprie riviste specializzate e in esse otterrai informazioni precise e descrittive sul tuo settore di mercato.

4. Fai un’osservazione diretta:

Se lo vuoi sapere come fare uno studio di mercato è necessario osservare direttamente ciò che sta accadendo. Per raggiungere questo obiettivo, potresti utilizzare le seguenti tecniche:

  • Visita i locali della tua competizione.
  • Testa i prodotti o servizi dei tuoi concorrenti.
  • Studia l’intenzione di acquisto dei clienti della concorrenza per rilevare segnali che arricchiscono la tua strategia.

5. Fai interviste e sondaggi:

tecniche di ricerca di mercato

Saper fare uno studio di mercato implica anche la padronanza di alcuni concetti di base, tra cui il pubblico di destinazione.

In sostanza, si tratta delle persone disposte a consumare i tuoi prodotti o servizi, invece di preferire quelli della concorrenza.

Quindi devi definirlo in anticipo: devi sapere cosa gli piace, attrae o interessa, in modo da poter specificare la fattibilità del tuo progetto in modo soddisfacente.

Leggi  I 5 modelli di business più redditizi e attraenti

Per fare ciò, puoi affidarti ad alcuni strumenti di raccolta dati come interviste o sondaggi.

A cosa servono questi strumenti?

Sono molto utili per approfondire la conoscenza del tuo pubblico di destinazione. Ti aiutano a prevedere i loro modelli di comportamento, oltre a conoscere fattori importanti come:

  • Le sue caratteristiche socioeconomiche.
  • Caratteristiche demografiche.
  • Le loro opinioni sul tuo prodotto o servizio o il livello di informazioni che hanno sulla tua offerta.
  • La tua intenzione di acquisto.
  • Modelli di consumo: come acquistano il tuo prodotto?, o come utilizzano il tuo servizio?, e potresti anche sapere cosa li motiva a scegliere la tua proposta invece di quella della concorrenza.

Principali tecniche di raccolta dati:

– Interviste approfondite:

Puoi fare interviste approfondite con uno specialista del settore, o con un cliente interessato a utilizzare il tuo prodotto o servizio.

Gruppi di discussione:

Almeno 5 potenziali clienti del tuo prodotto o servizio partecipano ai gruppi di discussione.

Approfitta di questi gruppi per presentare loro la tua proposta, in modo che possano offrirti una valutazione reale della tua offerta.

In altre parole, potrai osservare e registrare le loro reazioni e motivazioni in tempo reale, il che sarà molto lusinghiero per la tua ricerca di mercato.

Sondaggi:

I sondaggi sono un metodo di raccolta dati molto affidabile e, pertanto, sono spesso utilizzati molto frequentemente.

La buona notizia è che ci sono molti modelli su Internet che Ti semplificheranno tutto il lavoro, anche se è ovvio che dovrai personalizzare alcune domande per acquisire i dati che ti interessano davvero.

Idealmente, dovresti condurre almeno 100 sondaggi sui tuoi potenziali clienti in modo da poter pesare i dati in modo più accurato e realistico.

E nel caso in cui tu non abbia accesso di persona al tuo cliente ideale, puoi contattarlo tramite Internet: in questo modo risparmierai denaro e ottimizzerai al massimo le tue risorse.

6. Analizza la tua concorrenza:

Analizzare i tuoi concorrenti è essenziale se sei veramente interessato a imparare come fare ricerche di mercato. Questa azione svolge due funzioni principali:

Sapere quale concorrente sta avendo successo e quale no: Queste informazioni ti aiuteranno a identificare nuove opportunità di business, nonché tendenze di mercato e fattori critici di successo.

Anticipa la reazione dei tuoi concorrenti: il che sarà molto positivo se deciderai di avviare un’attività in proprio e alla fine finirai per “portare via” i clienti.

Ti chiedi come puoi studiare in modo affidabile e sicuro i tuoi concorrenti? Ecco alcuni suggerimenti importanti:

  • Visita i loro locali e osserva i loro potenziali clienti: determina chi sono, i loro dati demografici, il livello socioeconomico e qualsiasi altra variabile che ti interessa.
  • Controlla i social network e i siti web dei tuoi concorrenti: Puoi utilizzare strumenti specializzati per semplificare il tuo lavoro.
  • Analizza i prodotti o servizi che guidano la tua nicchia di mercato.
  • Crea tabelle comparative, o una matrice SWOT, per identificare i punti di forza, di debolezza, le opportunità e le minacce che il tuo modello di business potrebbe subire.
  • Lavora sul design di un modello su tela.

7. Crea una matrice SWOT:

Uno dei segreti per promuovere attività redditizie è creare una matrice SWOT del proprio studio di mercato.

Questo strumento ti permetterà di visualizzare molto chiaramente il file Punti di forza e debolezze del tuo prodotto o servizio, così come il opportunità e minacce dell’ambiente, o del mercato, che potrebbe operare a favore o contro di te.

Indubbiamente, questo è uno dei passaggi più complessi, ma devi padroneggiarlo in modo da non avere dubbi su come fare uno studio di mercato.

8. Analizza i dati raccolti:

idea imprenditoriale di ricerca di mercato

A cosa ti servirà imparare come fare uno studio di mercato se non dai un uso reale ai suoi risultati?

Leggi  Cos'è LinkedIn e come utilizzarlo per crescere professionalmente

In altre parole, devi analizzare i dati raccolti durante il tuo processo di ricerca, altrimenti il ​​tuo sforzo sarebbe stato vano.

Pertanto, è necessario analizzare tutte le informazioni ottenute su Internet, dalle riviste specializzate, dall’osservazione diretta e, naturalmente, dai sondaggi o interviste effettuate.

In questo modo potrai acquisire nuove conoscenze sul tuo settore di mercato, conoscerai meglio la tua concorrenza e capirai a fondo il tuo pubblico.

Inoltre, puoi utilizzare tutti questi dati per sapere come gestire un business con serietà, eccellenza e professionalità.

Alla fine della giornata, lo studio di mercato ti dirà se la tua idea di business è fattibile, o se dovresti considerare di cercare un’altra idea o affrontarla in modo diverso.

9. Studia la fattibilità della tua idea:

Scoprire se la tua idea imprenditoriale sarà redditizia dipenderà da tre fattori fondamentali:

  • Il suo grado di rilevanza
  • I suoi elementi differenzianti e,
  • Competitività di prezzo.

Affinché il tuo prodotto o servizio sia rilevante, deve soddisfare un’esigenza latente del tuo cliente, e non solo, ma deve farlo in modo creativo, autentico e diverso.

Per quanto riguarda gli elementi di differenziazione, possiamo dirti che sono fondamentali per raggiungere il successo, poiché non si tratta di emulare ciò che già esiste, ma di offrire qualcosa di nuovo ed esclusivo ai tuoi consumatori.

Infine, devi assicurarti che il prezzo del tuo prodotto o servizio sia completamente competitivo.

Non si tratta di essere più economici, ma di essere abbastanza attraenti con cui i tuoi clienti si sentano a proprio agio.

Potresti infatti fissare dei prezzi superiori a quelli dei tuoi concorrenti, ma se il tuo prodotto è migliore, puoi star certo che i tuoi clienti saranno disposti ad accettarlo senza problemi.

10. Preparare la relazione finale:

Questo è il passaggio finale e uno dei più importanti. Consiste nell’acquisizione dei risultati del tuo studio, nonché delle principali conclusioni raggiunte, in una relazione molto ben scritta e organizzata.

In questo modo potrai consultare facilmente le informazioni che più ti interessano; anche se un altro punto a favore della stesura di questo rapporto è che potresti allegarlo al tuo piano aziendale per completarlo magistralmente.

Da lì, puoi prendere in considerazione la creazione di un prodotto minimo praticabile ed eseguire i primi test, iterazioni e feedback con i tuoi potenziali clienti.

Scopri come fare uno studio di mercato:

Con questi passaggi che abbiamo appena condiviso con te, saprai come effettuare uno studio di mercato in modo affidabile e sicuro, e in questo modo potrai valutare se la tua idea di business andrà a buon fine, o se dovresti sostituirla con una uno più attraente per la tua nicchia di mercato.

Un’altra grande raccomandazione che possiamo darti prima di sviluppare nuovi progetti è quella di seguire corsi di imprenditorialità che ti forniscano conoscenze o strumenti utili e preziosi per raggiungere il successo.

Infine, ricorda che il passaggio più importante nella ricerca di mercato è analizzare i dati per eseguire strategie commerciali, finanziarie o di marketing che ti avvicinino ai tuoi obiettivi di business.

Se non sai quale attività avviare, questa guida in 10 passaggi ti aiuterà

Torna su